Composizione negoziata della crisi di impresa

(D. L. 24 AGOSTO 2021 N.118 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 21 OTTOBRE 2021 N. 147)

CHE COS'E'

La composizione negoziata della crisi di impresa è un percorso riservato e stragiudiziale con il quale il legislatore intende agevolare il risanamento di quelle imprese che, pur trovandosi in condizioni di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario tali da rendere probabile la crisi o l’insolvenza, hanno le potenzialità necessarie per restare sul mercato, anche mediante la cessione dell’azienda o di un ramo di essa.

CHI PUÒ ACCEDERE ALLA PROCEDURA

Possono accedere alla procedura di composizione negoziata tutte le imprese commerciali e agricole iscritte al Registro delle Imprese. ll percorso della composizione è esclusivamente di tipo volontario, quindi attivabile solo dalle imprese che decidono di farvi ricorso.

PIATTAFORMA TELEMATICA PER PRESENTARE LE DOMANDE E GESTIRE LE PROCEDURE

L’istanza di accesso alla composizione negoziata per la  nomina di un esperto indipendente si presenta tramite una piattaforma unica nazionale https://composizionenegoziata.camcom.it/ocriWeb/#/home  attiva dal 15 novembre 2021 - attraverso la quale l’imprenditore, prima di entrare nel relativo percorso, ottiene tutte le informazioni utili sulla composizione negoziata, sulle modalità di attivazione del percorso e sui documenti da produrre.

Si tratta di un portale internet - la cui gestione è affidata a Unioncamere sotto la vigilanza dei Ministeri competenti - in cui sono rese disponibili due aree principali:

  • una pubblica, con gli tutti elementi informativi per l’accesso alla composizione negoziata, senza necessità di autenticazione;
  • una riservata accessibile agli imprenditori ( tramite SPID/CNS/CIE)contenente le funzionalità che consentono la presentazione delle istanze per la composizione negoziata e la gestione successiva delle procedure.

La piattaforma contiene inoltre:

  • test pratico per la preliminare verifica della ragionevole perseguibilità del risanamento accessibile da parte dell’imprenditore e dei professionisti dallo stesso incaricati;
  • lista di controllo particolareggiata (check list), adeguata anche alle esigenze delle micro, piccole e medie imprese, contenente le indicazioni operative per la redazione del piano di risanamento;
  • protocollo di conduzione della composizione negoziata.

 

ELENCO DEGLI ESPERTI

Presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di ciascun capoluogo di regione e delle province autonome di Trento e Bolzano è formato un elenco di esperti nel quale possono essere inseriti:

  1. gli iscritti da almeno cinque anni all’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e all’albo degli avvocati, che documentano di aver maturato precedenti esperienze nel campo della ristrutturazione aziendale e della crisi d’impresa;
  2. gli iscritti da almeno cinque anni all’albo dei consulenti del lavoro che documentano di avere concorso, almeno in tre casi, alla conclusione di accordi di ristrutturazione dei debiti omologati o di accordi sottostanti a piani attestati o di avere concorso alla presentazione di concordati con continuità aziendale omologati.
  3. Possono, inoltre, essere inseriti nell’elenco coloro che, pur non iscritti in albi professionali, documentano di avere svolto funzioni di amministrazione, direzione e controllo in imprese interessate da operazioni di ristrutturazione concluse con piani di risanamento attestati, accordi di ristrutturazione dei debiti e concordati preventivi con continuità aziendale omologati, nei confronti delle quali non sia stata successivamente pronunciata sentenza dichiarativa di fallimento o sentenza di accertamento dello stato di insolvenza.

L'iscrizione all'Elenco, oltre al possesso dei requisiti sopra indicati, è subordinata anche al possesso di specifica formazione che il decreto dirigenziale del Ministero della Giustizia del 28 settembre scorso, nel definire il programma, ha stabilito in 55 ore.

I soggetti di cui ai punti 1), 2)  dovranno presentare domanda di iscrizione presso i rispettivi Ordini professionali, che le trasmetteranno alla Camera di Commercio della Basilicata. Gli Ordini professionali avranno cura di tenere conto, nella compilazione degli elenchi, del tracciato record per l'iscrizione degli esperti .

I soggetti di cui al punto 3) dovranno presentare domanda alla Camera di Commercio della Basilicata utilizzando il modulo in calce allegato che deve essere trasmesso all’indirizzo pec: cameradicommercio@pec.basilicata.camcom.it.

 

NOMINA DELL’ESPERTO

L'istanza di nomina dell’esperto è presentata dall’imprenditore mediante compilazione di un modello presente nella piattaforma telematica.

L’esperto indipendente viene nominato da una Commissione istituita presso la Camera di Commercio della Basilicata, composta da tre membri che durano in carica due anni e che vengono designati dal Presidente della Sezione del Tribunale specializzata in materia di impresa, dal  Presidente della Camera di Commercio e dal Prefetto.

L’esperto non può ricevere  più di due incarichi contemporaneamente.

L’esperto indipendente agevola le trattative tra l'imprenditore, i creditori e gli altri possibili soggetti interessati, con la prospettiva di un accordo che ristrutturi il debito e ripristini l'equilibrio economico dell'impresa.

Il compenso dell’esperto è definito dall’art. 16 del decreto ed è determinato in percentuale sull’ammontare dell’attivo dell’impresa debitrice, secondo scaglioni, e prevede varie percentuali di aumento in base al numero dei creditori e in caso di conclusione delle trattative con un contratto, convenzione, o piano di risanamento (come previsto dall’art. 11 del decreto). 

In mancanza di accordo tra le parti, la misura del compenso è determinata dalla Commissione. Il compenso è a carico dell’imprenditore.

"Le imprese sotto soglia cioè quelle che possiedono, congiuntamente, i seguenti tre requisiti: attivo patrimoniale complessivo annuo non superiore a 300.000 euro; ricavi lordi complessivi annui non superiori a 200.000 euro; debiti di ammontare non superiori a 500.000 euro, possono richiedere la nomina dell’esperto,  tramite la piattaforma telematica www.composizionenegoziata.camcom.it, al Segretario generale della Camera di commercio nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’impresa. Se all’esito delle trattative non è possibile raggiungere l’accordo, l’imprenditore può chiedere l’accesso a una delle procedure disciplinate dal nuovo Codice della Crisi ,ex art 25 quater  comma 4. Per questa procedura, il compenso dell’esperto, viene liquidato dal responsabile dell’OCC o dal Segretario Generale che lo ha nominato (se l’istanza è stata presentata al medesimo tramite piattaforma).

All'istanza deve essere allegata la documentazione prevista dalla norma (art. 25 quater comma 2 CCII )"

 

RISERVATEZZA

 Le trattative hanno l’obbligo di riservatezza. Tutte le parti coinvolte, dall’imprenditore, all’esperto, ai creditori, fino alle altre parti interessate, sono tenute a non divulgare le notizie sull’impresa apprese nel corso delle trattative e a collaborare per assicurarne il regolare svolgimento.

E’ prevista l’attivazione di misure protettive del patrimonio sottoposte alla conferma del giudice competente per territorio.

L’istanza di applicazione di misure protettive è pubblicata nel Registro delle imprese e dal giorno della pubblicazione i creditori non possono acquisire diritti di prelazione senza il consenso dell’imprenditore né possono iniziare o proseguire azioni esecutive e cautelari nei suoi confronti.

 

VANTAGGI E AGEVOLAZIONI

La composizione negoziata prevede incentivi e agevolazioni:

  • Riduzione alla misura legale degli interessi sui debiti tributari dell'imprenditore;
  • Riduzione alla misura minima delle sanzioni tributarie
  • Riduzione del 50% delle sanzioni e degli interessi su debiti tributari sorti prima deldeposito dell'istanza
  • Concessione (da Agenzia Entrate) di un piano fino a max 72 rate mensili (sommedovute e non versate imposte sul reddito, ritenute alla fonte, IVA, IRAP non ancora iscritte a ruolo)
  • In caso di successiva dichiarazione di fallimento o accertamento di stato di insolvenza, gli interessi e le sanzioni sono dovuti senza riduzioni

 

ESITO FINALE

La procedura si conclude con il deposito della relazione finale con la quale l’esperto dà atto dell’attività compiuta e delle possibili soluzioni emerse all’esito delle trattative per il superamento delle condizioni di squilibrio in cui si trova l’impresa. Se la relazione è negativa è possibile concludere un accordo di ristrutturazione, anche nelle modalità agevolata e ad efficacia estesa. Infine, se l’imprenditore non ha effettivamente i mezzi per portare a termine un processo di ristrutturazione, è possibile attivare l’istituto del concordato liquidatorio semplificato che ha le seguenti caratteristiche:

  • assenza del giudizio di ammissione;
  • assenza del voto dei creditori, che hanno però diritto di opporsi alla omologazione;
  • assenza della figura dell’attestatore e del commissario giudiziale, le cui funzioni vengono in parte assolte dall’esperto e da un ausiliario nominato dal Tribunale.

SPESE DI PROCEDURA

Il diritto di segreteria per la procedura di composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa è individuato in euro 252,00 per singola pratica.
Lo ha stabilito il Ministero dello Sviluppo Economico con decreto 10 marzo 2022, pubblicato il 1° giugno 2022 sulla Gazzetta Ufficiale n. 127.

Per ulteriori dettagli potete consultare il DM su questa pagina

 

ELENCO ESPERTI ISCRITTI - POTENZA

 

Nome Cognome Regione Provincia
VINCENZO CUOMO BASILICATA POTENZA
ANTONIO D'ANDREA BASILICATA POTENZA
VITTORIO DE BONIS BASILICATA POTENZA
ANTONIO DI TOLLA BASILICATA POTENZA
GAETANO LICCIONE BASILICATA POTENZA
GIUSEPPEMARIO PISANI BASILICATA POTENZA
PIERNICOLA PISANI BASILICATA POTENZA
LUIGI SCAGLIONE BASILICATA POTENZA
MAURO SERRA BASILICATA POTENZA
LIVIO VALVANO BASILICATA POTENZA

 

ELENCO ESPERTI ISCRITTI - MATERA

 

Nome Cognome Regione Provincia
EUSTACHIO CARDINALE BASILICATA MATERA
EMANUELE COLONNA BASILICATA MATERA
ADELAIDE GAGLIARDI BASILICATA MATERA
ANTONIO GEMMA BASILICATA MATERA
BRUNO MARIO GUARNIERI BASILICATA MATERA
FRANCESCO PAOLO PORCARI BASILICATA MATERA
GIUSEPPE  TEDESCO BASILICATA MATERA
STEFANIA COLUCCI BASILICATA MATERA
EUSTACHIO QUINTANO BASILICATA MATERA

 

 

ELENCO ESPERTI INCARICATI E LORO CURRICULUM VITAE

 

 

Incarichi conferiti dalla Commissione regionale per la Composizione Negoziata per la Crisi d'impresa della Basilicata ai sensi dell'art. 3 del D.L. n. 118, del 24 agosto 2021.

 

Dott. Antonio Di Tolla, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della provincia di Potenza, incarico conferito in data 05 luglio 2022 e accettato in data 06 luglio 2022,  curriculum vitae clicca qui

Dott. Eustachio Cardinale, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della  provincia di Matera, incarico conferito in data 05 luglio 2022 e accettato in data 06 luglio 2022,  curriculum vitae clicca qui

Dott. Giuseppemario Pisani, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della provincia di Potenza, incarico conferito in data 01 dicembre 2022 e accettato in data 02 dicembre 2022,  curriculum vitae clicca qui

Dott. Piernicola Pisani, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della provincia di Potenza, incarico conferito in data 11 gennaio 2023 e accettato in data 12 gennaio  2023,  curriculum vitae clicca qui

Avv. Vincenzo Cuomo, iscritto all’Albo degli Avvocati  di Potenza, incarico conferito in data 17 febbraio  2023 e accettato in data 20 febbraio  2023,  curriculum vitae clicca qui

Avv. Antonio D'Andrea, iscritto all’Albo degli Avvocati  di Potenza, incarico conferito in data 15 giugno  2023 e accettato in data 16 giugno  2023,  curriculum vitae clicca qui

Avv. Vittorio De Bonis, iscritto all’Albo degli Avvocati  di Potenza, incarico conferito in data 25 ottobre  2023 e accettato in data 26 ottobre  2023,  curriculum vitae clicca qui

Dott. Luigi Scaglione, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della provincia di Potenza, incarico conferito in data 06 novembre 2023 e accettato in data 06 novembre  2023,  curriculum vitae clicca qui