Centri tecnici per il tachigrafo

 

AVVISO CENTRI TECNICI ED OFFICINE AUTORIZZATE

Si comunica che con nota n.211870 del 15/09/2020 il Ministero dello Sviluppo Economico ha predisposto i modelli di istanza che devono essere utilizzati dai centri tecnici e dalle officine autorizzate. Essi annullano e sostituiscono tutti i modelli utilizzati in precedenza; sono reperibili al seguente link di Unioncamere: www.metrologialegale.unioncamere.it/content.php?p=tach.6.1

L'installazione, la riparazione, la taratura e la verifica periodica dei tachigrafi digitali e dei tachigrafi intelligenti possono essere eseguite esclusivamente dai "centri tecnici" autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Possono essere autorizzati in qualità di centri tecnici:

  1. I fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia, sui cui veicoli vengono montati tachigrafi digitali e intelligenti;
  2. I fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali e intelligenti;
  3. I fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi digitali e intelligenti, nonché le officine concessionarie;
  4. Le officine di riparazione dei veicoli nel settore meccanico o elettrico.

È necessario disporre di un sistema di gestione per la qualità (ISO 9001) rilasciato da organismi di certificazione accreditati, che preveda l'attività di taratura e prova di strumenti di misura, per svolgere anche i controlli periodici e le riparazioni, oltreché l’installazione.
I soci, i dirigenti e il personale del centro tecnico non possono partecipare a imprese che svolgono attività di trasporto su strada.

Le imprese aventi unità operativa nelle province di Potenza e Matera che intendono ottenere l'autorizzazione presentano domanda in bollo al Ministero per il tramite della Camera di commercio della Basilicata, allegando attestazione del versamento tramite il sistema PagoPa dell'importo di:

  • 370 EUR (prima autorizzazione) 
  • 260 EUR (autorizzazioni successive)
  • 185 EUR (rinnovo annuale)

IL PAGAMENTO DEL DIRITTO DI RICHIESTA AUTORIZZAZIONE TACHIGRAFI DIGITALI/INTELLIGENTI O DI ESTENSIONE AUTORIZZAZIONE TACHIGRAFI INTELLIGENTI O DI RINNOVO ANNUALE, deve essere effettuato con il sistema pagoPA, attraverso il link: https://www.basilicata.camcom.it/regolazione-del-mercato del sito della camera di commercio della Basilicata. Compilare in forma elettronica la richiesta di generazione avviso di pagamento-pagoPa, sottoscritta digitalmente dal dichiarante o in forma autografa, salvarla in pdf e inviarla all'indirizzo mail: pagopa@basilicata.camcom.it

Attendere quindi l'Avviso pagoPA nella propria casella di posta elettronica e con tale avviso pagare presso tabaccherie, ricevitorie Sisal, Lottomatica ovvero “online” tramite app o Banking on line.

L'autorizzazione ha la durata di un anno ed è rinnovabile. La domanda di rinnovo deve essere trasmessa alla Camera di commercio entro i 30 giorni prima della scadenza.

I centri tecnici già autorizzati per i tachigrafi digitali, per poter operare sui tachigrafi intelligenti, presentano domanda di estensione dell’autorizzazione al Ministero per il tramite della Camera di commercio (autorizzazione successiva).

Il Centro tecnico comunica le eventuali variazioni dell’organigramma tecnico alla Camera di commercio. In caso di nomina di nuovo responsabile tecnico o nuovo tecnico, trasmette l’idonea documentazione e presenta, con comunicazione separata, la domanda di rilascio della carta officina ai nuovi tecnici.

Le carte officina scadute, di tecnici non più in servizio o non più autorizzati devono essere restituite.

Il Centro tecnico comunica al Ministero e alla Camera di commercio le eventuali variazioni di elementi essenziali (assetto societario, cessione o affitto di ramo d’azienda, donazione, acquisizione per eredità, sede operativa) e presenta al Ministero domanda in bollo di autorizzazione all’uso del codice identificativo già ottenuto (autorizzazione successiva), allegando:

  • Copia dell’atto notarile
  • Copia dell’atto di successione o donazione
  • Autocertificazione Casellario Giudiziale e Antimafia
  • Dichiarazione di continuità aziendale
  • Dichiarazione di continuità dell’organigramma e delle apparecchiature di intervento tecnico
  • Nuova planimetria catastale

Variazioni di sede legale, toponomastica e compagine sociale saranno comunicate alla Camera di commercio senza istanza in bollo rivolta al Ministero, perché non costituiscono variazioni di elementi essenziali dell’autorizzazione.

Normativa Tachigrafi Analogici e Digitali