Domicilio Digitale

L'art. 37 del Decreto Legge 16 luglio 2020, n. 76, recante “Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale” ha stabilito che sia le imprese costituite in forma societaria che le imprese individuali hanno l'obbligo di comunicare al Registro delle imprese il proprio domicilio digitale al momento dell’iscrizione. L'ufficio del Registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione priva dell'indicazione del domicilio digitale, sospenderà la pratica in attesa che essa sia integrata con l'informazione richiesta.

Tutte le imprese già iscritte al Registro delle imprese, che non avessero ancora comunicato il proprio indirizzo PEC (ora domicilio digitale), o il cui domicilio digitale sia stato cancellato d'ufficio, o per le quali il proprio domicilio digitale, seppur dichiarato, sia inattivo, dovranno regolarizzare la propria posizione con la relativa comunicazione al Registro delle Imprese competente per territorio, in esenzione dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

La mancata comunicazione comporterà l'assegnazione d'ufficio di un nuovo e diverso domicilio digitale e l'irrogazione di una sanzione amministrativa come prevista dall'art. 2630 del codice civile, in misura raddoppiata per le società e in misura triplicata per le imprese individuali.

Per verificare la regolarità della propria posizione, per scoprire come comunicare la propria PEC e per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina informativa di Unioncamere dove è disponibile anche un canale di assistenza dedicato, al link: https://domiciliodigitale.unioncamere.gov.it/home

Per l’attivazione di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, è necessario rivolgersi ad uno dei Gestori ufficiali autorizzati dall’Agenzia per l’Italia Digitale, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa di riferimento.

La Camera di Commercio non assegna PEC alle imprese iscritte. Per l’elenco dei gestori, visita il seguente link: http://www.agid.gov.it/infrastrutture-sicurezza/pec-elenco-gestori.

Con propria determinazione n.211 del 16 novembre 2022, il Conservatore del Registro Imprese ha approvato le linee di indirizzo per l’assegnazione d’ufficio dei domicili digitali e per la loro iscrizione nel registro delle imprese.