Certificati d’origine

Certificati di origine delle merci
Sono documenti necessari richiesti dalle autorità di Stati esteri per lo sdoganamento e l'immissione delle merci sul proprio territorio (salvo che per gli Stati dell'Unione Europea ormai esenti da tale formalità) e sono addirittura indispensabili nell'applicazione dei crediti documentari.

Richiesta telematica Cert'ò

 Dal 1 novembre parte Cert'ò, il servizio che le Camere di commercio mettono a disposizione degli utilizzatori di Certificati di origine per l’invio telematico delle richieste e il pagamento on line dei diritti di segreteria.

La compilazione del Certificato e l'invio degli allegati avviene attraverso una procedura informatica che consente di trasmettere i documenti ad un apposito Sportello Telematico camerale. Sulla base di quanto ricevuto, la Camera di commercio effettua l'istruttoria e stampa i documenti cartacei (certificato e eventuali allegati vistati) che saranno poi ritirati dal richiedente allo Sportello Commercio Estero (le autorità doganali estere esigono la produzione della copia cartacea con la firma autografa del funzionario camerale, questo implica la necessità del ritiro).

La modalità telematica offre numerosi vantaggi alle imprese:

  • evitare di dotarsi dei modelli cartacei dei certificati, dato che vengono stampati dallo Sportello camerale;
  • evitare code per la presentazione e vidimazione dei documenti e ritirare con corsia preferenziale;
  • monitorare le richieste attraverso il PC;
  • ricevere un controllo preventivo sulla corretta compilazione della domanda da parte dell'ufficio, evitando così il rischio di presentarsi allo sportello e di vedersi respingere la pratica;
  • firmare i documenti elettronicamente, permettendo così al legale rappresentante di sottoscriverli anche se fisicamente distante dall'azienda.

 Come attivare il servizio

Per poter utilizzare Cert'O è necessario:

  • che il legale rappresentante  (o procuratore con poteri di firma per documenti per l'estero) sia in possesso di un dispositivo di firma ditigale;
  • registrarsi al servizio WebTelemaco  http://webtelemaco.infocamere.it/newt/public.htm
  • Il contratto si compila attraverso un “form” on line e deve essere sottoscritto dal legale rappresentante dell’impresa mediante firma digitale e trasmesso con le modalità indicate online.
  • scegliere una modalità di pagamento dei diritti di segreteria attraverso l'alimentazione di un conto prepagato.

Utilizzo servizio

Una volta eseguite le tre fasi indicate nel precedente paragrafo, si può utilizzare il programma Cert’O’ per la richiesta di Certificati di origine e di visti  e legalizzazioni su documenti a valere per l'estero di competenza camerale.

In breve, l’utente si identifica  ( http://www.registroimprese.it/area-utente ) e può iniziare ad inviare telematicamente le richieste nel seguente modo:

  1. selezionare “sportello pratiche on line”, poi selezionare l’etichetta “servizi e-gov”. Al momento del primo accesso allo Sportello Telematico dei servizi e-gov è necessario completare la propria registrazione (effettuata con la sottoscrizione del contratto  per l'invio di pratiche telematiche), si tratta di un'operazione una tantum;
  2. selezionare “Certificazioni per l’Estero”  e seguire le indicazioni proposte a video per la compilazione;
  3. conclusa la preparazione della pratica telematica, questa deve essere firmata digitalmente dal legale rappresentante e inviata telematicamente alla Camera di commercio della Basilicata – sede di Potenza o Matera.
  4.  il pagamento dei diritti di segreteria avviene tramite conto prepagato;
  5. una volta che la pratica risulti approvata dalla Camera di commercio della Basilicata – sede di Potenza o Matera (arriverà all'indirizzo indicato in fase di registrazione una mail ad oggetto "pratica chiusa con esito positivo”), procedere al ritiro presso lo Sportello Commercio Estero. 

Si allegano le slide presentate durante la giornata formativa del 23/07/2019 al seguente link:

/sites/default/files/contenuto_redazione/immagini/presentazione-2019-07-23-certo_per_utenti_finali.pptx

***DOVRANNO ESSERE RESTITUITI ALLA CAMERA DI COMMERCIO TUTTI I FORMULARI IN POSSESSO DELLE IMPRESE

 

I certificati d’origine vidimati devono essere ritirati presso lo sportello “Albi e ruoli” dell’Ente, solo dopo AVER RICEVUTO L’AVVISO DI CHIUSURA DELLA PRATICA all’indirizzo e-mail comunicato dall’impresa al momento della registrazione alla piattaforma. IN OGNI CASO SI SPECIFICACHE LE RICHIESTE SARANNO LAVORATE TASSATIVAMENTE IN ORDINE CRONOLOGICO DI ARRIVO.

IL RILASCIO AVVIENE IL TERZO GIORNO LAVORATIVO SUCCESSIVO ALLA DATA DI RICEZIONE DELLA RICHIESTA PREVIA CONSEGNA DELLA RICEVUTA AVVISO CHIUSURA PRATICA.

LE RICHIESTE PERVENUTE DOPO LE ORE 12:00 SI CONSIDERANO PERVENUTE IL PRIMO GIORNO LAVORATIVO SUCCESSIVO

PER LE PRATICHE IN CORREZIONE I TERMINI INDICATI PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO RIPARTONO DALLA CHIUSURA DELLA CORREZIONE.

LE IMPRESE SONO, PERTANTO, INVITATE A PROGRAMMARE IN TEMPO UTILE LA RICHIESTA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI ORIGINE.