Rimborso

La domanda di rimborso devono essere presentate o proposte, da parte di chi ha erroneamente versato diritti annuali non dovuti o per importi superiori al dovuto, a pena di decadenza, entro 24 mesi dalla data del versamento (art. 17 comma 3 Legge n. 488/99, art. 10 commi 1 e 2 D.M. n. 359/2001).
La domanda di rimborso deve essere presentata all'Ufficio Diritto annuale in carta libera, sottoscritta con firma semplice, e corredata della documentazione necessaria a comprovare il credito (copia del modello F24, copia della ricevuta del Registro delle imprese in caso di versamento in cassa automatica), copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente e di eventuali autocertificazioni.