Ambiente

NEWS

Registro F-Gas

Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ha emanato la circolare numero 20460 del 23/03/2020 avente come oggetto “Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 Applicazione dell’ articolo 103, comma 2, in materia di rinnovo delle certificazioni rilasciate ai sensi del D.P.R. n. 146/2018 sui gas fluorurati a effetto serra” .

La circolare prevede che Unioncamere, tramite il gestore dell’infrastruttura telematica del Registro nazionale delle persone e delle imprese certificate, metta a disposizione gli strumenti telematici che consentono agli Organismi di certificazione di cui all’articolo 5 del D.P.R. n. 146/2018, con le medesime modalità attualmente utilizzate per la trasmissione dei certificati e senza ulteriori oneri, la comunicazione del prolungamento al 15 giugno della validità dei soli certificati, scaduti o in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, in ottemperanza a quanto previsto all’articolo 103, comma 2, del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18.

Sono state rilasciate le funzioni che consentono agli organismi di accedere, con le consuete modalità, all’area riservata del portale www.fgas.it, selezionare l’opzione “trasmissione certificati” e la funzione “prolungamento DL 18/2020” e trasmettere, via telematica e senza oneri aggiuntivi, la comunicazione di prolungamento della durata del certificato, con riferimento alle imprese ricadenti nell’ambito di applicazione.

La trasmissione non comporta il versamento dei diritti di segreteria ed è immediatamente operativa senza necessità di istruttoria. E' stato trasmetto da parte di Ecocerved agli organismi l’elenco dei certificati in questione e una guida all’utilizzo dell’applicazione.

La notizia della circolare su  https://www.ecocamere.it/ https://www.fgas.ithttps://bancadati.fgas.it

Pubblicato il 27-3-2020

 

 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Si ricorda che per  la trasmissione del MUD  Telematico dal primo luglio 2020 è necessario allegare la ricevuta del pagamento dei diritti di segreteria attravarso il sistema Pago PA con  la dicitura "Diritti di segreteria MUD (legge 70/1994).

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

22-01-2020 Il  Modello  di  Dichiarazione  Ambientale,  allegato  al  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  del  24  dicembre  2018,  pubblicato  nel  Supplemento  ordinario  n.  8  alla  Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 45 del 22 febbraio 2019, è confermato e sarà utilizzato per le  dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2020, con riferimento all’anno 2019.

Rimangono immutate le informazioni da comunicare, la struttura del modello (articolato in 6 Comunicazioni),  le  modalità  per  la  trasmissione,  nonché  le istruzioni  per  la  compilazione  del  modello. I soggetti  obbligati  alla  presentazione  del  MUD sono  quelli  definiti  dall'articolo  189  c.  3  del  D.lgs.  152/2006  ovvero:  trasportatori,  intermediari  senza  detenzione,  recuperatori,  smaltitori,  produttori  di  rifiuti  pericolosi,  produttori  di  rifiuti  non  pericolosi  da  lavorazioni  industriali,  artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, i comuni.

Le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi,  Veicoli  fuori  uso  dovranno  essere  inviate  via  telematica  tram ite  il  sito  www.mudtelematico.it.  La  comunicazione  rifiuti  semplificata  andrà  compilata  tramite  il  sito  Mudsemplificato.ecocerved.it  e  trasmessa  via  PEC  all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.

Per la comunicazione del Mud Comuni collegarsi al seguente indirizzo e leggere le modalità di compilazione e spedizione:  https://www.mudcomuni.it/

 

Informazioni  aggiuntive  al seguente indirizzo web:

https://www.ecocamere.it/adempimenti/mud

________________________________________________________________________________________________________________________

[05.09.2019] Dal 6 settembre è possibile richiedere le credenziali per la comunicazione degli interventi alla Banca Dati FGAS

Il D.P.R. 146/2018 prevede che, a decorrere dal 25 settembre, l’impresa certificata ovvero, nel caso di imprese non soggette all'obbligo di certificazione, la persona certificata , comunicano per via telematica alla Banca dati FGAS, entro 30 giorni dalla data dell’intervento di installazione, del primo intervento di controllo delle perdite, di manutenzione o di riparazione e dello smantellamento, le informazioni previste dall’articolo 16 del D.P.R..

Il D.P.R. 146/2018 prevede che, a decorrere dal 25 settembre, l’impresa certificata ovvero, nel caso di imprese non soggette all'obbligo di certificazione, la persona certificata , comunicano per via telematica alla Banca dati FGAS, entro 30 giorni dalla data dell’intervento di installazione, del primo intervento di controllo delle perdite, di manutenzione o di riparazione e dello smantellamento, le informazioni previste dall'articolo 16 del D.P.R..

Vanno comunicati tutti gli interventi svolti su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento e pompe di calore e antincendio, celle frigorifero installate su camion e rimorchi e commutatori elettrici contenenti FGAS.

L’area Comunicazione interventi sarà attiva a partire dal 18 settembre, sul portale Banca Dati FGAS .

A partire dal 10 settembre i soggetti obbligati alla comunicazione degli interventi dovranno richiedere al Registro FGAS le credenziali che consentono l'accesso alla Banca Dati e la comunicazione: la richiesta va effettuata trasmettendo una  richiesta abilitazioni, via telematica, dal sito www.fgas.it accessibile con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa o di un suo delegato.

Le credenziali vengono richieste dalle imprese certificate oppure dalle imprese non certificate per conto del proprio personale certificato

Nella richiesta devono essere indicati i nominativi delle persone che opereranno sulla Banca Dati ed effettueranno materialmente l'inserimento delle informazioni relative agli interventi: una volta che la richiesta è stata accolta dalla Camera di commercio questi soggetti ricevono, via mail, le credenziali per l'accesso.
Queste persone possono essere interne all'impresa/ente (p.es. personale amministrativo) o esterni ad essa (p.es. professionista o associazione di categoria).

In allegato a questa notizia trovate il manuale che illustra come presentare la richiesta: i

FAQ e altre informazioni sono disponibili sul sito Ecocamere, sempre dal medesimo sito è possibile trasmettere i propri quesiti 

 

 

****************************************************************************************************************************************************************************************************

 

Il DPR 146/2018 prevede che a partire dal 25/7/2019 le imprese che vendono gas fluorurati e apparecchiature non ermeticamente sigillate che li contengono agli utilizzatori finali, devono comunicare alla Banca Dati FGAS i dati relativi alle vendite.

I soggetti che svolgono tale attività devono, preliminarmente, iscriversi al Registro.

A partire dal 3 giugno sarà disponibile il portale https://bancadati.fgas.it.

A partire dal 10 giugno sarà disponibile la procedura per l’iscrizione, accessibile sempre dallo stesso sito.

A partire dal 24 giugno (e quindi con un mese di anticipo rispetto alla scadenza di legge) sarà possibile accedere alla Banca Dati Vendite per verificare le funzionalità del sistema: sino al 25 luglio non sarà possibile trasmettere i dati .

L’iscrizione

L’iscrizione avviene via telematica, accedendo alla scrivania per la compilazione delle pratiche dal sito https://bancadati.fgas.it

L’accesso avviene con spid o firma digitale intestati a persona di impresa, indicata in visura.

Non è prevista la possibilità di delegare soggetti terzi.

Le imprese verseranno i diritti (pari a 21,00 €) e imposta di bollo (16,00 €) con carta di credito.

Nella pratica di iscrizione l’impresa dovrà indicare le unità locali che opereranno come punti vendita, ed indicare le persone (anche esterne all’impresa) abilitate a trasmettere i dati.

Le persone così individuate riceveranno, via mail, le credenziali per l’accesso.

La comunicazione avverrà sempre via telematica con l’accesso dal portale https://bancadati.fgas.it.

L’accesso potrà avvenire via Spid, firma digitale o credenziali rilasciate in sede di iscrizione.

I dati relativi alla vendita di FGAS devono essere comunicati “al momento della vendita”.

I dati relativi alla vendita delle apparecchiature possono essere comunicati al momento dell’emissione della fattura (dato previsto dalla norma).

L’inserimento e la comunicazione potranno essere fatte tramite un apposita procedura telematica o, in maniera massiva, con l’upload di file in formato xls o xml.

Non è previsto alcun diritto di segreteria.

Ruolo della CCIAA sulla comunicazione

La CCIAA non svolgerà alcun ruolo di istruttoria e controllo sulle comunicazioni.

L’informazione

L’informazione per le imprese sarà disponibile tramite il sito https://www.ecocamere.it/adempimenti/bancadatifgas, dove saranno presenti le FAQ e tramite il portale https://bancadatifgas.it

IL PORTALE DELL'AMBIENTE

https://www.ecocamere.it

 

UFFICIO AMBIENTE

ambiente@basilicata.camcom.it

 

CONTATTI

Responsabile Ufficio

Dr.ssa. Rosanna Lombardi

rosanna.lombardi@basilicata.camcom.it

 

Dr.ssa Gabriella Romaniello

gabriella.romaniello@basilicata.camcom.it

 

RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Avv. Giancarla Lospinuso

giancarla.lospinuso@basilicata.camcom.it